Bisogno di zuccheri? Ci pensano i veri cereali

I glucidi (zuccheri per gli amici e per chi non mastica – è il caso di dirlo – la terminologia scientifica) sono sostanze che permettono la vita sulla terra. Le piante, per esempio, li producono dalla sintesi dell’anidride carbonica grazie all’energia solare (il famoso processo noto come fotosintesi clorofilliana, in sostanza). Pensate che oltre il 50% dell’energia sviluppata dall’organismo umano deriva proprio dagli zuccheri, in particolare dall’ossidazione del glucosio.

Uno degli alimenti di origine vegetale più diffusi ed economici per fornire il nostro organismo di zuccheri sono i cereali, che rappresentano quindi una fonte diffusa ed economica di energia grazie all’elevato contenuto di glucidi.

Quali sono i veri cereali?

I veri cereali sono i chicchi di una lista di alimenti naturali che vedremo a breve. Rappresentano una fonte preziosa fonte di nutrimento essendo ricchi di fibre, acidi grassi polinsaturi (essenziali), vitamine, minerali e migliorano le difese immunitarie, oltre ad avere proprietà anti-infiammatorie e proteggendo le cellule dai radicali liberi.

Vediamo ora quali sono i veri cereali, quelli che – se consumati – sono davvero un toccasana per la nostra salute e che non devono mai mancare sulle nostre tavole:

  • riso (senza glutine);
  • mais (senza glutine);
  • miglio (senza glutine);
  • grano (tenero o duro);
  • grano saraceno;
  • farro;
  • orzo;
  • avena;
  • segale;
  • quinoa;
  • amaranto.



Mangiare cereali per un miglior funzionamento dell’organismo

Quando eliminiamo o riduciamo in modo drastico i carboidrati dalla nostra dieta, possiamo anche subire gravi conseguenze sul funzionamento e la salute del nostro organismo: il glucosio, infatti, è il combustibile principale nella contrazione muscolare, inclusa quella cardiaca, e quando l’organismo si trova in carenza di energia fornita dai carboidrati, come nel caso di digiuno prolungato, esso utilizza i grassi per far fronte alle richieste energetiche; ciò, comunque, comporta un aumento di particolari sostanze, i corpi chetonici, che devono necessariamente essere riportati ai valori normali per il buon funzionamento delle nostre cellule. Se la carenza di glucidi persiste, l’organismo si troverà costretto a utilizzare le proteine per produrre energia, con conseguente impoverimento del patrimonio proteico e accumulo di urea, perché i reni non riescono a eliminare l’eccedenza attraverso l’urina.

Ancora oggi, i cereali integrali in chicchi e le loro farine (anche integrali) rappresentano l’alimento principale per una vasta fetta di popolazione terrestre. Con l’avanzare del progresso, soprattutto nei Paesi industrializzati, il consumo di tali alimenti si è progressivamente ridotto e, contemporaneamente, è aumentato quello dei cibi a base di farine raffinate. Noi italiani ne sappiamo qualcosa, con le nostre focacce, il pane, la pizza e i tanti prodotti dolciari che prepariamo e consumiamo. Ciò comporta una conseguenza nefasta sul nostro organismo, poiché tendiamo a consumare maggiormente alimenti impoveriti dei loro naturali principi nutritivi – incluse le fibre alimentari, preziose alleate della salute – proprio a causa dei processi di lavorazione industriali a cui sono sottoposti la maggior parte degli alimenti che consumiamo.

Come consumare i cereali

Occorre prendere coscienza di quanto finora detto, poiché può aiutarci a migliorare la nostra alimentazione. Per esempio, potremmo consumare una colazione a base di yogurt, frutta fresca e dei gustosi fiocchi d’avena. Con questa colazione, otterremmo:

  • energia (i fiocchi d’avena e la frutta contengono glucidi);
  • materiale plastico (le proteine dei fiocchi d’avena e dello yogurt aiutano a costruire nuovi tessuti e reintegrare le perdite);
  • integrità delle membrane cellulari (grazie ai grassi dello yogurt e dell’avena).

La regola generale nel consumo dei cereali è quella di fare cotture brevi, aggiungendo olio a crudo, masticare lentamente in modo da non affaticare lo stomaco e facilitare la digestione dei cereali impedendo così il meteorismo.

Seguendo queste regole, i cereali saranno il pasto ideale per tutta la famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.