Solfato di glucosamina per la salute delle articolazioni

Quando si parla di attività fisica, è molto importante prestare attenzione alle articolazioni: se godono di ottima salute e funzionano bene, siamo in grado di muoverci liberamente e senza accusare fastidi. Lo sappiamo, le articolazioni sono soggette a movimenti costanti e vengono sottoposte a vari stress che possono portare a dolorose e fastidiose infiammazioni, soprattutto per chi fa sport. Dobbiamo anche pensare all’avanzamento dell’età e a tutti i problemi che esso comporta. Insomma, se dopo attività fisiche varie sentiamo dolori e fastidi alle nostre articolazioni, è bene iniziare a pensare a prendercene cura prima di avere a che fare con problemi seri.

Per questi validi motivi, in questo articolo parliamo di un prodotto non molto conosciuto ma importante per mantenere in salute le nostre articolazioni: il solfato di glucosamina.

Scopriamo cos’è e come assumerlo.

Cos’è il solfato di glucosamina

Il solfato di glucosamina è un prodotto naturale, già presente nel nostro corpo come costituente della cartilagine articolare. Si tratta, infatti, di una piccola molecola facilmente assorbita nel flusso sanguigno e dall’articolazione quando è assunta come supplemento alimentare.

Studi medici effettuati sia in Asia che in Europa su tale molecola suggeriscono che essa agisca attraverso l’inibizione della produzione degli enzimi responsabili della degradazione della cartilagine, producendo un effetto anti-infiammatorio e rallentando, in tal modo, l’usura delle articolazioni: per tale motivo, l’assunzione orale quotidiana di questa sostanza su pazienti affetti da osteoartriti è più efficace di tanti farmaci, tant’ che il solfato di glucosamina viene comunemente impiegato per il trattamento di patologie come osteoartriti, tendiniti o a scopo precauzionale contro i dolori articolari.


Pubblicità


Come assumere il solfato di glucosamina

Sul mercato esistono diversi prodotti a base di solfato di glucosamina, soprattutto integratori alimentari che si presentano, di solito, sotto forma di capsule o polvere.

Il dosaggio consigliato è di circa 1500 mg al giorno, divisi durante i pasti: è sempre bene, comunque, parlarne con il proprio medico curante, che saprà indicare le dosi consigliate in base al vostro stato di salute.

Non si tratta, dunque, di farmaci ma di integratori: il principio attivo del solfato di glucosamina, ricordiamolo, è presente anche in natura e può essere sia un prodotto di sintesi (ossai realizzato in laboratorio) sia estratto dal carapace dei crostacei (in questo caso parliamo di glucosamina marina).  Siccome su LeggereBenessere preferiamo sempre prodotti naturali cruelty free, consigliamo l’acquisto del solfato di gluicosamina di origine vegetale (lo trovate in erboristeria, in farmacia e parafarmacia).

Un’altra ottima notizia è il fatto che non sono stati riportati casi di effetti collaterali dovuti a tale sostanza, se non qualche piccolo problema a livello di stomaco o reazioni di insulinoresistenza in pazienti diabetici.

Ripetiamo: se soffrite di dolori e fastidi alle vostre articolazioni, soprattutto dopo aver fatto attività fisica, il solfato di glucosamina è quello che fa al caso vostro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *