Perché facciamo bene a mangiare la mela con la buccia

A dare ragione ai proverbi e agli antichi detti popolari non si sbaglia mai, soprattutto quando c’è di mezzo il nostro benessere. Se è vero, infatti, che “una mela al giorno toglie il medico di torno”, è anche vero che questo frutto diventa un alleato importante per la nostra salute soprattutto se mangiato con la buccia. Noi di LeggereBenessere siamo consumatori seriali di mele con la buccia, cosa vista di buon occhio da molti ma non da alcuni amici scettici che continuano a guardarci come fossimo alieni. Così abbiamo deciso di informarci contattando dottori, farmacisti, nutrizionisti di nostra conoscenza, arrivando alla conclusione che continueremo a mangiare mele con la buccia e tra un po’ capirete anche voi perché.

Benefici del mangiare le mele con la buccia

Gli studi in merito ai benefici del consumo di mele con la buccia non sono nuovi.

Navigando sul web abbiamo scoperto che nel 2011, per esempio, l’Università dell’Iowa (USA) ha svolto una ricerca che ha messo in risalto le proprietà della buccia di mela, fra cui quella di evitare il declino muscolare associato all’età che avanza. Tutto questo grazie a una sostanza che si trova proprio nella buccia delle mele, l’acido ursolico (che si trova anche nelle prugne, nei mirtilli e in alcune erbe aromatiche tra cui timo, basilico e origano).

Lo studio dell’Università dell’Iowa è molto importante poiché focalizzato sull’atrofia muscolare, una patologia comune soprattutto fra le persone anziane che provoca grossi disagi nella vita di tutti i giorni e per la quale non esiste una cura né una forma di prevenzione medica, ad eccezione dell’acido ursolico (che possiamo assumere proprio mangiando le mele con la buccia, in cui tale sostanza è particolarmente concentrata).



La capacità di questa sostanza di inibire l’atrofia muscolare e promuovere la crescita dei muscoli deriva dal fatto che essa è in grado di influenzare il fattore di crescita insulino-simile (noto come IGF1). Questo ormone e l’insulina (di cui è il “cugino” più stretto) si legano entrambi ai recettori presenti sulle cellule muscolari, innescando così una cascata di percorsi cellulari che migliorano sia la crescita muscolare che il blocco dei muscoli causato dall’atrofia.

In sostanza, l’acido ursolico sembra aumentare l’attività dei recettori per IGF1 e insulina, amplificando gli effetti benefici di questi ormoni nel muscolo.

4 sostanze benefiche nella buccia di mela

Dopo un doveroso excursus medico sull’acido ursolico, eccoci alle “scoperte” che abbiamo fatto contattando i nostri amici professionisti del benessere, i quali ci hanno confermato che la buccia di mela contiene sostanze ed elementi che apportano notevoli benefici al nostro organismo.

Vediamo quali sono.

Fibre

La buccia di mela contiene la maggior parte delle fibre presenti in questo frutto, elementi fondamentali per il benessere dell’organismo e la regolarità del nostro intestino.

Vitamine

Il maggior apporto di vitamine, infatti, deriva dal consumo di una mela con la buccia. Basti pensare che una mela con la buccia contiene circa 9 milligrammi di vitamina C, quantità che scende a 6 milligrammi circa se consumiamo una mela senza la sua preziosa buccia.

Quercetina

Alcuni di voi la conoscono, altri da oggi non potranno più farne a meno: la quercetina è una sostanza antiossidante capace di alleviare i problemi respiratori, rinforzare la memoria e combattere danni ai tessuti celebrali che, col tempo, possono causare Alzheimer o altre malattie degenerative.

Triterpenoidi

Queste sostanze sono considerate antitumorali e la buccia di mela ne è ricca. Anche in questo caso, è uno studio americano a confermarci la bontà della buccia di mela e delle sostanze che essa contiene: pare,infatti, che inibiscano o addirittura uccidano le cellule tumorali che si sviluppano in organi come fegato e colon o al seno.

Quasi dimenticavamo

Abbiamo scoperto anche che l’acido ursolico è una sostanza fondamentale per tenere sotto controllo il nostro peso corporeo. Sembra infatti che, oltre alle proprietà menzionate prima, questa sostanza riesca ad aumentare il grasso bruno (quel tipo di grasso considerato buono per la nostra salute) poiché permette di bruciare molte calorie, riducendo così la probabilità di mettere chili in più.

Insomma, dopo questi studi noi continueremo imperterriti a mangiare mele con la buccia tutto il giorno, così dottore e bilancia si toglieranno di torno (si spera).

Un pensiero riguardo “Perché facciamo bene a mangiare la mela con la buccia

  • sabato, 28 gennaio 2017 in 20:44
    Permalink

    La mela con la buccia mi è sempre piaciuta molto, ora so anche che fa bene! Articolo molto interessante

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *