Mal di gola: le cause, come prevenirlo e come curarlo

Bruciore, infiammazione o, addirittura, vero e proprio dolore, tanto da non poter bere o avere addirittura problemi a mangiare: mal di gola, che fastidio! Con l’arrivo dell’inverno e l’abbassamento delle temperature, ecco che la salute della nostra gola è messa a dura prova. Il mal di gola infatti, come saprete, è una patologia molto frequente, in particolar modo durante il periodo invernale, che si può manifestare con diverse intensità. Nei casi più lievi, come detto, i fastidi sono minori e dunque limitati ad un arrossamento della gola e un leggero pizzicore. Nelle forme più aggressive, invece, il dolore può diventare addirittura insopportabile soprattutto durante la deglutizione.

 

Mal di gola: le cause principali

Dunque, riassumendo, i sintomi più comuni del mal di gola sono: dolore, difficoltà di deglutizione, arrossamento, gonfiore, bruciore e irritazione della gola ed in alcuni casi febbre e tosse. Ma quali sono, invece, le cause scatenanti? La causa principale del mal di gola va ricondotta a infezioni dovuto a batteri o virus. Esistono infatti più di 200 virus che possono causare mal di gola, mentre un batterio molto comune è lo streptococco. Ma l’irritazione e l’infiammazione del cavo orofaringeo possono derivare anche da agenti fisici o chimici respirati e anche da cattivi stili di vita. Il fumo, l’aria fredda, troppo secca o troppo umida, gli sbalzi di temperatura, cibi e bevande molto calde o vapori ed agenti irritanti nell’aria, contribuiscono a scatenare il mal di gola.

 

Laringite e faringite

Detto questo, va specificato il mal di gola è un termine generico con cui ci si riferisce ad un’infiammazione che può colpire diverse strutture anatomiche. La laringite, infatti, riguarda la laringe, una struttura che si trova alla radice della lingua e assume i compiti fondamentali di produrre la voce ed impedire al cibo di entrare nella trachea. Si parla invece di faringite quando l’infiammazione riguarda, ovviamente, la faringe. Nella maggior parte dei casi segnala l’inizio di un’infezione delle vie respiratorie superiori, per esempio di un raffreddore o di un’influenza, e può essere acuta o cronica. La tonsillite, infine, è un’infiammazione acuta delle tonsille. La si riconosce in modo abbastanza semplice, in quanto quasi sempre associata alla comparsa di placche. Si risolve solitamente in pochi giorni ed è diffusa in particolar modo tra i bambini.

 

Prevenzione e rimedi efficaci

Prevenire, anche in questo caso, è molto importante. Soprattutto per quanto riguarda i bambini. Evitare il fumo oltre a tutte le altre possibili cause già elencate, riparare la gola dal freddo ed osservare le regole basilari dell’igiene, quindi, sono tutte pratiche assolutamente consigliate per evitare il mal di gola e altri problemi. Ma quando il mal di gola arriva, è necessario intervenire e NeoBorocillina gola dolore spray rappresenta un valido alleato con cui alleviare il fastidio ed il dolore. Va inoltre ricordato che è sconsigliato assumere antibiotici non prescritti dal medico. Il ricorso agli antibiotici è indicato solo nel caso in cui sia accertata la natura batterica del mal di gol. E contrariamente a qualche consiglio tradizionale, anche i gargarismi con acqua e limone possono aumentare la sensazione di fastidio o irritazione.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.