Una lista delle cose da fare ci salverà dallo stress natalizio

Siamo in uno dei periodi più stressanti dell’anno, lo sappiamo. D’altronde, come lo chiamereste voi un periodo in cui si corre in giro per acquistare regali di ogni tipo, generi alimentari di ogni dimensione per la cena di Natale (e non solo) e per scrivere messaggi di auguri originali (su Whatsapp o sui biglietti natalizi, per i nostalgici).

Insomma, tutto questo trambusto a cui non siamo abituati nel resto dell’anno, può farci dimenticare impegni assunti da tempo e cose da fare che appartengono alla quotidianità. Per evitare di perdere la bussola (e la memoria), possiamo prendere traccia delle tante piccole cose da fare in questo periodo. Sì, avete capito bene: stiamo parlando di una lista delle cose da fare.

Strumento utilizzato da molte persone per tenere traccia degli impegni quotidiani, dei prodotti da acquistare al supermercato e degli oggetti desiderati (le famose wish list), la lista delle cose da fare viene compilata da migliaia di anni: di essa si ha traccia già 3200 aC, quando veniva scolpita nella roccia. Una faticaccia, lo sappiamo, ma col tempo è diventata uno strumento universale per organizzarsi meglio.

La pianificazione è, tra l’altro, uno dei segreti del successo di molte persone importanti, ma anche di uomini e tante comuni che con questo metodo riescono a godersi meglio la vita.

Siete tra quelli che odiano compilare una lista delle cose da fare? Sappiate che vi capiamo, ma fate come noi: provate a fare un tentativo e vedete come va.

Ecco come abbiamo fatto noi

Una delle difficoltà maggiori, quando siamo sopraffatti dagli impegni, è attribuire la priorità alle cose da fare, in modo da organizzare meglio il tempo a disposizione e, di conseguenza, la nostra lista.

1. Suddividete le informazioni

Nella stragrande maggioranza dei casi, il problema della gestione delle troppe cose da fare è la frammentarietà delle informazioni in nostro possesso, con la conseguenza che non riusciamo a dare la giusta priorità alle cose. Per farlo, occorre annotare gli impegni e stabilire quali vanno in conflitto (per esempio, una donna che nella stessa giornata e allo stesso orario ha sia un appuntamento per un caffè con una vecchia amica sia con l’estetista) e quali no: siate realistici e non fatevi prendere da remore e rimorsi. È un duro lavoro e all’inizio non sarà facile, ma col passare del tempo, acquisirete la pratica essenziale per migliorare le vostre liste.

2. Scegliete le vostre priorità

La cosa inizia a farsi interessante. Avete stabilito quali impegni vanno in conflitto e ora dovete decidere a quali dare la priorità e quali, invece, rinviare. Non c’è molto da fare: dovete essere sinceri con voi stessi ed elencare i primi cinque o 10 impegni che non possono – secondo le vostre priorità – essere rinviati.

3. Pianificate in anticipo

Evitate come la peste di programmare le cose da fare il giorno stesso in cui dovete farle. Giocate d’anticipo: la sera prima, preparate una lista delle cose da fare, senza perdere tempo o energie preziose nel dover ricordare e pianificare – il giorno seguente – cosa fare, affannandosi nella scelta.

Come fare le liste

Non esiste un unico strumento o un solo modo per fare le liste. Carta e penna andranno benissimo, ma se amate la tecnologia, esistono svariati programmi e applicazioni mobili per la creazione di liste da portare sul proprio smartphone o tablet.

Le liste delle cose da fare, suddivise per ordine di importanza e dettagliate, possono davvero migliorare la vita: niente più perdite di tempo, niente stress nel dover raccogliere informazioni utili – per qualsiasi scopo – all’ultimo momento, maggiore lucidità nell’affrontare gli impegni della vita quotidiana. Festività natalizie comprese.

Fateci sapere come va, iniziando già da oggi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *