Cottura a vapore per mangiare bene e condurre una vita sana

Sicuramente il miglior metodo di cottura, volto alla preservazione dei nutrienti, è la cottura a vapore. Molti di noi associano a questo tipo di cottura alla cucina orientale, dove è molto utilizzata. Basti pensare ai famosi ravioli cotti al vapore o al riso. Altri, invece, pensano erroneamente che la cottura al vapore sia priva di gusto e, quindi, non accattivante.

I vantaggi della cottura a vapore

La cottura a vapore ha l’enorme vantaggio di permettere alle sostanze nutritive di conservarsi. Ciò è possibile perché la cottura avviene delicatamente e a basse temperature, evitando così che le vitamine termolabili, come ad esempio la vitamina C, si deteriorino. In più, a differenza di ciò che avviene nella bollitura, i nutrienti non si disperdono nell’acqua rimanendo all’interno della pietanza che stiamo cuocendo.
La cottura è ottima anche per tutti coloro che seguono una dieta, visto che non vi è il bisogno di aggiungere grassi.

E il sapore? I sapori rimangono più naturali e ricchi, soprattutto nelle verdure, ed è inoltre possibile utilizzare spezie ed aromi per dare ancora più gusto. In più, è possibile sostituire l’acqua con del brodo vegetale o di carne affinché con l’evaporazione i cibi si arricchiscano di sapore.
La cottura a vapore è molto indicata nella fase di svezzamento dei neonati: i cibi cotti a vapore possono poi essere omogeneizzati per realizzare delle pappe nutrienti e prive di conservanti.



Cosa si può cuocere a vapore

Se pensi che l’unica cosa che sia possibile cuocere a vapore siano le verdure, ti sbagli di grosso: questo tipo di cottura, infatti, si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di alimento (carni, verdure, riso e tutto quello che ti passa per la testa). Un piatto molto raffinato è, ad esempio, il salmone che, cotto proprio al vapore, non solo mantene inalterate le proprietà nutritive, ma anche il sapore delicato.

Verdure preparate con cottura a vapore
Alcune verdure preparate con cottura a vapore

 

Cibo vario preparato con cottura a vapore
Cibo vario, tra cui pesce, preparato con cottura a vapore.

Come si cuoce a vapore

Cuocere a vapore è semplicissimo e lo si può fare avvalendosi di diversi strumenti.
Se hai delle normali pentole potresti procurarti il cestello in acciaio. L’unica accortezza da avere in questo caso è che sia perfettamente compatibile con la tua pentola.
Vi è poi la famosa vaporiera in bambù, tipica dell’oriente. Anche in questo caso è fondamentale avere una pentola che abbia lo stesso diametro. Un piccolo consiglio è quello di mettere delle foglie di cavolo sulla base di ogni ripiano per evitare che il cibo possa attaccarsi sul fondo.
Un sistema forse più comodo (ma anche un po’ più dispendioso) è quello di acquistare una vaporiera. Queste sono solitamente a 5 ripiani e permettono di cuocere diversi tipi di alimenti evitando che i sapori si mischino. I modelli più avanzati sono anche dotati di diffusore di aromi che contribuisce ad arricchire di sapori il tuo piatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *