Cosa bere per togliere infiammazione? erbe cibi e antinfiammatori naturali

Acqua e Limone per spegnere infiammazioni

Per togliere infiammazioni è sempre più d’uso comune bere acqua con succo di limone spremuto dentro ad un bicchiere. Sembra che tale rimedio funzioni per diversi tipi di infiammazioni anche se evidenze scientifiche non ne conosciamo. Nonostante ciò sembra che funzioni bere acqua e limone per gli stati infiammatori, perchè questo agrume riesce a contrastare l’acidità nel corpo umano, agendo sul pH riequilibrandolo. E’ risaputo infatti che è un ambiente acido a far nascere focolai di infiammazioni un po ovunque nell’organismo.

Il più potente antinfiammatorio?

Nel corso del tempo sono diverse le sostanze naturali che sono state etichettate come il più potente antinfiammatorio. Un potente antinfiammatorio presente in natura è la Spirea che viene utilizzato come ingrediente di base per diversi farmaci contro le infiammazioni. Ovviamente è difficile stabilire quale sia il più potente antinfiammatorio che ci offre la natura, ci sono infatti l’aloe vera, il limone, la curcuma, la malva, l’artiglio del diavolo e l’arnica. Ma la lista a nostro avviso può essere sicuramente allungata.

Infatti, le erbe per togliere le infiammazioni, sono tante altre, come la curcuma gia citata, la boswellia, l’aglio, il pepe di Cayenna, lo zenzero

Approfondisci qui su: Curcuma e Zenzero per curarsi in modo naturale

Come togliere l’infiammazione dal corpo?

Innanzitutto bisogna sapere che il processo infiammatorio è un’azione di difesa del nostro organismo. Una difesa che si attiva in caso di traumi, agenti patogeni esterni o ferite. Per sapere dunque come togliere un’infiammazione, è bene rivolgersi al propriomedico curante perchè si deve riconoscere la causa dell’infiammazione. Nel corpo umano infatti possono subire stati infiammatori tutte le parti e gli organi, e di conseguenza scatenare diverse patologie come la gastrite, l’artrite (alle ossa), l’otite (alle orecchie), la congiuntivite (agli occhi), la faringite (alla faringe) etc etc.

E’ importante non perdere tempo con il fai da te nel tentativo di eliminare un’infiammazione, in quanto potrebbe trasformarsi da infiammazione acuta a cronica. Ciò avviene quando si agisce sul sintomo (infiammazione), magari usando rimedi naturali o classici farmaci come l’Aspirina, l’Oki, e non si è andati a fondo ad indagare sulla causa scatenante dell’infiammazione.

Cibi antinfiammatori naturali

Sono tante le persone che provano a prevenire i processi infiammatori del proprio organismo stando attenti ad un’alimentazione sana.

  • Ananas: Uno dei cibi antinfiammatori per eccellenza è l’ananas, che migliora la circolazione sanguigna e il sistema linfatico. Va a stimolare il drenaggio del focolaio di infezione, con conseguente riassorbimento dell’emorragia. Viene usata in erboristeria ma anche in farmaceutica per contrastare ematomi, traumi muscolari e articolari, cellulite, edemi e insufficienze venose.
  • Il miele: Il miele è ottimo per sedare la tosse in sostituzione di sciroppi o pastiglie lenitive.
  • Mirtillo: La sua azione antinfiammatoria è utilizzata per combattere le cistiti o per la cura e il trattamento della prostata.
  • Broccoli: Il consumo è sempre consigliato; in particolar modo in caso di infiammazioni delle vie respiratorie (raffreddori, bronchiti, mal di gola, tonsilliti e laringiti), artrosi, gastriti e ulcere gastroduodenali, coliti, stanchezze, acne e dermatosi, insufficienza renale e epatica, stitichezza.

Oltre a questi appena elencati, esistono decine di altri ingredienti culinari capaci di prevenire le infiammazioni come Curcuma, Zenzero, peperoncino, sedano, chiodi di garofano, aglio e tutti gli agrumi di colore giallo o arancio.

 

Antinfiammatori naturali per muscoli e tendini

Per contrastare gli stati infiammatori di tendini e muscoli in modo naturale, si può puntare sulla’ curcuma, la Boswellia serrata, il Frassino e l’Aloe Vera. Tra questi quella che ha particolari indicazioni sono gli acidi boswellici contenuti nella Boswellia serrata sembrerebbero un toccasana per artriti o artrosi, tendiniti o reumatismi.

Indice infiammatorio degli alimenti

L’indice infiammatorio degli alimenti [DII] è un’indice che tiene conto di 45 parametri  dei quali 36 sono antinfiammatori e tra questi fibraalimentare, uso moderato di alcol, acidi grassi monoinsaturi, isoflavoni, antocianidine, curcuma, aglio e zenzero; 9 sono invece infiammatori: tra i quali acidi grassi trans idrogenati, eccesso di ferro, eccesso di carboidrati, densità calorica.9 sono invece infiammatori: tra i quali acidi grassi trans idrogenati, eccesso di ferro, eccesso di carboidrati, densità calorica. Qui la fonte per approfondire.