Come combattere il caldo con 7 semplici regole

Con l’arrivo delle ondate di calore come non si registravano da tempo, l’estate 2017 rischia di essere una delle stagioni più calde di sempre: stiamo avendo a che fare con temperature altissime e, ad eccezione di qualche tregua che questo caldo africano concede, stiamo probabilmente vivendo una delle estati più calde da quando esiste la moderna meteorologia. È per questo che vogliamo darvi alcuni utili consigli per capire come combattere il caldo,adottando tutti gli accorgimenti del caso.

Come combattere il caldo: prendersi cura di bambini e anziani

Il feroce caldo estivo diventa un problema non di poco conto per alcune categorie come bambini, anziani e malati. Fra i consigli più in voga per evitare eventuali colpi di calore, ricordiamo di:

In estate, soprattutto nei periodi più caldi, sono in molti ad adottare un altro rimedio che alla lunga, però, potrebbe generare qualche problema: l’uso del condizionatore. Tale strumento, seppure ideale per ottenere un refrigerio quasi istantaneo e duraturo, può comunque essere più nocivo del caldo stesso.



Le 7 regole per combattere il caldo

È necessario, dunque, non abusare dell’utilizzo di condizionatori ma seguire 7 semplici regole per evitare di soccombere al caldo eccessivo:

  1. bevete almeno 2 litri d’acqua al giorno, non ghiacciata: evitate il consumo di bibite gassate e zuccherate;
  2. consumate cibi ricchi di acqua per integrare i liquidi persi per via del caldo: insalate, pasta fredda, carni magre e pesce, passati di legumi, yogurt, frullati, macedonie, frutta e verdura di stagione (ricca anche di carotenoidi, sostanze importanti per la protezione la pelle dall’esposizione al sole);
  3. mangiare di meno ma più volte al giorno, per favorire la digestione;
  4. fare diverse docce al giorno, non ghiacciate né calde: una temperatura media (con acqua tiepida) vi aiuterà a rinfrescare il vostro corpo;
  5. vestitevi leggeri ed evitate tessuti sintetici: delle magliette di lino e cotone, possibilmente di colori neutri, vi aiuteranno a percepire di meno il caldo;
  6. chiudete le tapparelle prima di uscire di casa, la mattina, in modo da preservare l’ambiente dal caldo, riaprendole – e godendo del fresco generato da questa regola – una volta rientrati;
  7. evitate di accendere gli elettrodomestici, quando possibile, soprattutto nelle ore più calde.

Per chi non sa rinunciare al condizionatore

Se proprio non potete rinunciare al condizionatore, è bene sapere come utilizzarlo: benché ci salvi da sudorazioni copiose e caldo asfissiante in luoghi chiusi, il condizionatore può arrecare più danni del caldo stesso e quindi va usato osservando alcune importanti regole:

  • regolate la temperatura in modo tale che non si crei uno sbalzo termico eccessivo tra la zona interna e quella esterna (il consiglio è quello di impostare una differenza tra la temperatura esterna e quella interna non superiore a 6°C);
  • non posizionatevi in corrispondenza del flusso d’aria fredda che fuoriesce dal condizionatore: tenetevi almeno a due metri di distanza, soprattutto se nel luogo in cui è posizionato il condizionatore ci passate diverso tempo;
  • ricordate sempre di alzare la temperature durante la notte: quando dormiamo, infatti, la nostra temperatura corporea diminuisce e il condizionatore può generare, nel migliore dei casi, un raffreddore o un mal di gola;
  • utilizzate sempre un deumidificatore per mantenere gli ambienti asciutti.

Il caldo si può sopportare, se sapete come farlo

I consigli dati finora riguardano regole basilari ma fondamentali per sapere come combattere il caldo afoso, dovunque voi siate. Seppure utilissime nella stragrande maggioranza dei casi, le regole illustrate in questo articolo potrebbero non essere sufficienti per le persone con disturbi particolari o patologie importanti: in tal caso, il consiglio è sempre quello di rivolgersi al proprio medico, poiché le alte temperature potrebbero rappresentare un problema ben più di serio, ma comunque superabile con le dovute accortezze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *