Colesterolo valori nel sangue e Ipercolesterolemia

Con il termine colesterolo si identifica un tipo di molecola appartenente alla classe dei lipidi steroli. Il colesterolo ha una funzione e un ruolo importante negli organismi animali e anche nell’essere umano. Può infatti concorrere alla formazione della vitamina D e degli acidi biliari ma può anche essere portatore di diverse patologie come i calcoli biliari.

La presenza del colesterolo nel sangue in medicina è detta colesterolemia, la misurazione dei valori di colesterolemia osserva il livello totale del colesterolo, il livello del colesterolo LDL e di quello HDL.

Quando i livelli di colesterolo nel sangue sono alti, si è in presenza di ipercolesterolemia, mentre quando sono bassi si parla di ipocolesterolemia. Da tenere sotto controllo medico, quando si verifica la condizione di livelli di colesterolo totale o LDL superiore ai valori di riferimento.

Valori di colesterolo nel sangue

  • <200 mg/dl Colesterolemia normale
  • 200-249 mg/dl Ipercolesterolemia lieve
  • 250-299 mg/dl Ipercolesterolemia moderata
  • 299 mg/dl Ipercolesterolemia grave

Elevati livelli di colesterolo totale (dovuto a LDL) o di LDL, sono pericolosissimi per la salute umana, e tra i fattori di rischio più seri che possono portare a patologie varie dell’apparato cardio circolatorio.

Questo avviene perchè il colesterolo è una molecola organica lipidica non facilmente solubile con l’acqua, e di conseguenza nel torrente sanguigno legandosi a specifiche lipoproteine tende ad accumularsi sull’endotelio delle arterie, e nel tempo forma accumuli di densità sempre maggiore fino a creare delle vere e proprie placche ovvero ateromi.

Ipercolesterolemia

L’ipercolesterolemia come detto in precedenza, è il termine che serve a identificare alti livelli di colesterolo totale o ldl nel sangue, valori considerati elevati variano in base agli studi di analisi e in base ad altri fattori di rischio conclamati, ma per dare un valore totale si può parlare di ipercolesterolemia superati i 240 mg/dL a digiuno da 12 ore.

l’ipercolesterolemia può essere primaria e secondaria ovvero dovuta a fattori familiari o a altre patologie. Molto diffusa è l’ipercolesterolemia secondaria che deriva da patologie come il diabete o le malattie della tiroide. l’ipercolesterolemia implica un rischio elevato di aterosclerosi.

I parametri caratteristici dell’ipercolesterolemia sono:

  • colesterolo totale elevato
  • lipoproteine a bassa densità (LDL) alte
  • lipoproteine a bassissima densità (VLDL) normali o elevate
  • beta-lipoproteine alte
  • trigliceridi normali o elevati.

Colesterolo alto trattamenti e rimedi

Smettere di fumare e seguire una dieta sana rappresentano il primo passo per ridurre il colesterolo cattivo. A volte, però, intervenire sullo stile di vita non basta, esistono diverse categorie di farmaci, rigorosamente prescritti dal medico, in grado di ridurre la colesterolemia